Dove comprare libri usati a Torino: una guida

libri usati a torino

Iscriviti alla newsletter di unlettore.it

A Torino ci sono molte opportunità di comprare libri usati. E se si ha la pazienza di saper cercare si possono fare ottimi affari, con libri appena usciti a metà prezzo insieme a classici e romanzi di culto in edizioni recenti e ben tenute. I bibliofili autoctoni conoscono bene le zone in cui fare affari, ma una guida sul dove comprare libri usati a Torino credo sia sempre utile per chiunque si trovi nella città sabauda. In questo articolo parlo di bancarelle e librerie, entrambe possono offrire ottime soddisfazioni. Proverò a tenere l’articolo aggiornato con eventuali altre segnalazioni. Cominciamo.

Banner

Indice

Dove comprare libri usati a Torino: bancarelle

Via Po

Il posto più famoso di Torino dove comprare libri usati è senza dubbio Via Po con le sue bancarelle. Lungo la direttrice che va da Piazza Castello a Piazza Vittorio Veneto, lato sinistro, ce ne sono molte. In particolare, mi sento di consigliare la bancarella di Damian, dove ho spesso trovato libri usciti da pochi mesi a metà prezzo e grandi classici in edizioni recenti e ottimamente tenuti; c’è anche un settore di libri a 1€ e 3€, vale la pena controllarlo periodicamente.

Inoltre, per le occasioni a 2€ sono ottime anche le bancarelle del negozio di dischi Materiale resistente in Via Po 25. Lì ho trovato ottimi libri in buone condizioni.

Al lato opposto della strada, nei pressi dell’incrocio tra Via Bogino e Via Po c’è una bancarella in cui spesso è possibile trovare novità editoriali scontate (anche se a un prezzo più alto, solitamente con uno sconto del 40%).

Più in generale, è bene sapere che in alcuni periodi dell’anno si possono trovare tante novità editoriali in bancarelle diverse: il mio consiglio è di dare una rapida occhiata a tutte le bancarelle in quella zona per poter strappare il prezzo migliore.

Libri usati

Piazza Statuto

Sotto i portici di Piazza Statuto, lato sinistro (avendo alle spalle Via Garibaldi), ci sono molte bancarelle di libri usati a metà prezzo. Lì si possono trovare, oltre a vecchie edizioni, anche libri usciti di recente. Se cercate qualcosa di nuovo, fatevi un giro in zona. Ho visto spesso una bella scelta di tascabili Feltrinelli e Adelphi, ma anche ultime uscite della Nave di Teseo.

Piazza Carlo Felice (Porta Nuova)

Nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Nuova, sotto i portici di Piazza Carlo Felice (lato sinistro, avendo la stazione di fronte) ci sono alcune bancarelle dove è possibile trovare libri usati. Non ho mai comprato lì, personalmente, ma ogni volta che passo un occhio cade sempre e si possono trovare buone occasioni.

Mercato del Balon (ogni sabato e seconda domenica del mese)

In zona Borgo Dora ogni sabato c’è il mercato dell’usato del Balon. Tra le tante mercanzie in vendita per gli appassionati del vintage ci sono anche delle bancarelle di libri usati molto convenienti. In particolare, mi sento di consigliare una bancarella di libri che si posiziona spesso tra Via Borgo Dora e Via Mameli (ma la posizione potrebbe cambiare). Offre tanti libri nuovi a un terzo del prezzo di copertina (praticamente uno sconto del 66%). Trovate in particolare libri Adelphi e Feltrinelli usciti da poco, ma non solo. Tra le bancarelle del Balon, in genere, si possono trovare ottime occasioni anche in bancarelle con tanta roba scadente (libri vecchi e maltenuti). Insomma, bisogna avere la pazienza di cercare.

Portici di Carta (una volta l’anno)

Non ci sono solo le bancarelle permanenti in giro per Torino: in alcune occasioni speciali è possibile fare affari davvero convenienti. Ad esempio, Portici di Carta è una bella manifestazione libraria che si svolge in città nel periodo autunnale, solitamente nel mese di ottobre. Questa fiera si svolge sotto i portici che vanno da Piazza Castello a Piazza Carlo Felice (Porta Nuova) e più volte ho trovato belle bancarelle dell’usato di librerie che vengono anche da altre città del Piemonte. Nel 2022, per esempio, ce ne era una che vendeva libri praticamente nuovi a 5€, con uno sconto che raggiungeva anche il 70% rispetto al prezzo di copertina.

Dove comprare libri usati a Torino: librerie

Librerie Libraccio

Un classico posto in cui comprare libri usati è la catena di librerie Libraccio, presente in tutta Italia nelle principali città. A Torino ce ne sono addirittura tre e offrono spesso grandi occasioni. Se si è interessati alle novità a prezzo scontato oppure a libri appena arrivati nei negozi, consiglio di dare sempre un’occhiata all’angolo dei nuovi arrivi al 50%. Si possono trovare davvero grandi occasioni. Spesso vado a quella in centro, Via Santa Teresa 7, e una volta sono stato anche in quella più grande di Via Ormea 134/b. L’ultima aperta è la libreria Libraccio di Via Monginevro 55.

Libreria L’Asino d’oro

Se cercate libri in ottime condizioni e in edizioni recenti a metà prezzo o quasi, vi consiglio la libreria L’Asino d’oro. Solitamente i libri più recenti e tenuti in ottime condizioni sono venduti con uno sconto del 40% circa, mentre dei libri un po’ più vecchiotti si trovano tranquillamente al 50%. La libreria ha due sedi, in via Carlo Alberto 1/f (tra via Po e piazza Carlo Alberto) e in Corso Francia 47 (vicino la metro Bernini). Per verificare la disponibilità di un titolo, consiglio di dare un’occhiata alla loro pagina su Amazon e di inviare un messaggio Whatsapp. Sono abbastanza veloci nelle risposte.

Libreria La Bussola

Oltre alle bancarelle, in via Po c’è anche una bella libreria dove comprare prevalentemente libri usati: si chiama La Bussola ed è al civico 9/b. Qui lo sconto è intorno al 40% e le edizioni non sono sempre nuovissime, ma si può trovare davvero un po’ di tutto. Un giro all’interno ve lo consiglio. È abbastanza grande e potete trovare i vari generi ben organizzati.

Donato Riello

Autore

Donato Riello

Donato Riello è laureato in filologia moderna presso l'Università "Federico II" di Napoli e insegna lettere nelle scuole superiori. Ha collaborato con vari giornali, tra i quali "Il Mattino". Nella sua città, Caserta, ha fondato un circolo letterario: si chiama "Il ritrovo del lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *